Foto e Pensieri

Sakirin Mosque on Flickr.Una fusione di Misticismo e Modernità nel design della Moschea Sakirin a Uskudar, Istanbul. I lampadari fatti con gocce di vetro richiamano direttamente il Corano, mentre il mihrab somiglia al volto di una donna velata e con gli occhi socchiusi. La moschea è stata progettata internamente da Zeynep Fadıllıoğlu, prima donna al mondo ad aver avuto questo incarico.

Sakirin Mosque on Flickr.

Una fusione di Misticismo e Modernità nel design della Moschea Sakirin a Uskudar, Istanbul. I lampadari fatti con gocce di vetro richiamano direttamente il Corano, mentre il mihrab somiglia al volto di una donna velata e con gli occhi socchiusi. La moschea è stata progettata internamente da Zeynep Fadıllıoğlu, prima donna al mondo ad aver avuto questo incarico.

Comments
Hydarpasa on Flickr.Io adoro Haydarpasa… ogni volta che posso vado a fotografarla: è un mondo a parte, una città nella città. Persone, situazioni, emozioni, gente che si saluta, altri che arrivano a Istanbul per la prima volta e mostrano sul loro volto infiniti stati d’animo diversi. Haydarpasa non è una semplice “stazione ferroviaria”, è una finestra sulla vita della gente

Hydarpasa on Flickr.

Io adoro Haydarpasa… ogni volta che posso vado a fotografarla: è un mondo a parte, una città nella città. Persone, situazioni, emozioni, gente che si saluta, altri che arrivano a Istanbul per la prima volta e mostrano sul loro volto infiniti stati d’animo diversi. Haydarpasa non è una semplice “stazione ferroviaria”, è una finestra sulla vita della gente

Comments
Sunset at Galata on Flickr.Ho scattato questa foto più o meno 4 anni fa… Era fine marzo del 2010, e questo tramonto mi colpì particolarmente per la grandezza del sole che scendeva dietro le colline oltre Sultanahmet. Oggi, 31 marzo, il tramonto era pressoché identico. La fredda aria tipica del periodo pulisce il cielo e dona colori incredibili, con il traffico di navi sul Bosforo caotico come sempre. 
Istanbul regala tramonti meravigliosi, e fotografarli è una gioia per l’animo.

Sunset at Galata on Flickr.

Ho scattato questa foto più o meno 4 anni fa… Era fine marzo del 2010, e questo tramonto mi colpì particolarmente per la grandezza del sole che scendeva dietro le colline oltre Sultanahmet. Oggi, 31 marzo, il tramonto era pressoché identico. La fredda aria tipica del periodo pulisce il cielo e dona colori incredibili, con il traffico di navi sul Bosforo caotico come sempre.
Istanbul regala tramonti meravigliosi, e fotografarli è una gioia per l’animo.

Comments
Ihlamur Kasri on Flickr.Un altro contrasto - uno dei tanti - di Istanbul. Architetture moderne e passate convivono in un tranquillo giardino di Besiktas. Il palazzo ottomano è Ihlamur Kasri, mentre i due grattacieli sono le Selenium Towers di Fulya.

Ihlamur Kasri on Flickr.

Un altro contrasto - uno dei tanti - di Istanbul. Architetture moderne e passate convivono in un tranquillo giardino di Besiktas. Il palazzo ottomano è Ihlamur Kasri, mentre i due grattacieli sono le Selenium Towers di Fulya.

Comments
San Simpliciano on Flickr.Ognuno ha il suo rapporto personale con l’arte, non può essere diversamente. Anche davanti a un magnifico affresco, capolavoro del Bergognone.

San Simpliciano on Flickr.

Ognuno ha il suo rapporto personale con l’arte, non può essere diversamente. Anche davanti a un magnifico affresco, capolavoro del Bergognone.

Comments
Istiklal Caddesi on Flickr.Istiklal Caddesi, cuore pulsante di Istanbul, di giorno come di notte. Tutti i giorni della settimana un fiume incessante di persone la calpesta, da Taksim a Tunel e viceversa, con intorno negozi, venditori di strada, moschee, suonatori, palazzi consolari, chiese, scuole, banche, locali notturni…
Istiklal è un mondo a parte, una città nella città, una di quelle strade simbolo - come la 5th avenue a New York o gli Champs Elysés a Parigi - che non ti annoiano mai, offrendoti sempre qualcosa di incredibile per stupirti.

Istiklal Caddesi on Flickr.

Istiklal Caddesi, cuore pulsante di Istanbul, di giorno come di notte. Tutti i giorni della settimana un fiume incessante di persone la calpesta, da Taksim a Tunel e viceversa, con intorno negozi, venditori di strada, moschee, suonatori, palazzi consolari, chiese, scuole, banche, locali notturni…

Istiklal è un mondo a parte, una città nella città, una di quelle strade simbolo - come la 5th avenue a New York o gli Champs Elysés a Parigi - che non ti annoiano mai, offrendoti sempre qualcosa di incredibile per stupirti.

Comments
Flying above the Alps on Flickr.Niente da dire, volare offre spesso grandi opportunità per scattare belle foto. Se poi si vola verso il tramonto, sulle Alpi innevate e con un po’ di foschia che inizia a scendere, direi che sarebbe un peccato non tirare fuori la macchina fotografica e attaccarla al finestrino (anche a costo di avere qualche “riflesso” in mezzo). Questa immagine è stata scattata alcuni giorni fa (Marzo 2014) tra Firenze e Monaco con Fuji X-T1, trasferita su iPad ed editata con Snapseed. Il tutto in pochi minuti :-)

Flying above the Alps on Flickr.

Niente da dire, volare offre spesso grandi opportunità per scattare belle foto. Se poi si vola verso il tramonto, sulle Alpi innevate e con un po’ di foschia che inizia a scendere, direi che sarebbe un peccato non tirare fuori la macchina fotografica e attaccarla al finestrino (anche a costo di avere qualche “riflesso” in mezzo). Questa immagine è stata scattata alcuni giorni fa (Marzo 2014) tra Firenze e Monaco con Fuji X-T1, trasferita su iPad ed editata con Snapseed. Il tutto in pochi minuti :-)

Comments
Haydarpasa on Flickr.Vivere tra due continenti divisi dal mare vuol dire spostarsi spesso con i battelli, in turco “vapur”. L’altra sera stavo andando da Besiktas a Kadikoy, il primo sulla sponda europea, il secondo su quella asiatica, e sono passato davanti ad Haydarpasa, stazione ferroviaria maestosa che riceve (o forse meglio dire “riceveva”) i treni provenienti dall’Anatolia e dal Medio Oriente.
Per molte persone Istanbul non è solo una città: è un luogo magico, mitico, un sogno. Mi piace immaginare l’emozione di chi, arrivando dal lontano sud-est del paese, scende dal treno, esce dalla stazione e si trova davanti il Bosforo, l’Europa, un nuovo continente, scenario entusiasmante di chi qui ha iniziato una nuova vita.
Anche Chanel ha scelto questa stazione per girare un bellissimo spot …

Haydarpasa on Flickr.

Vivere tra due continenti divisi dal mare vuol dire spostarsi spesso con i battelli, in turco “vapur”. L’altra sera stavo andando da Besiktas a Kadikoy, il primo sulla sponda europea, il secondo su quella asiatica, e sono passato davanti ad Haydarpasa, stazione ferroviaria maestosa che riceve (o forse meglio dire “riceveva”) i treni provenienti dall’Anatolia e dal Medio Oriente.

Per molte persone Istanbul non è solo una città: è un luogo magico, mitico, un sogno. Mi piace immaginare l’emozione di chi, arrivando dal lontano sud-est del paese, scende dal treno, esce dalla stazione e si trova davanti il Bosforo, l’Europa, un nuovo continente, scenario entusiasmante di chi qui ha iniziato una nuova vita.

Anche Chanel ha scelto questa stazione per girare un bellissimo spot …

Comments
Istanbul Landscape on Flickr.Istanbul: una città che non conosce pausa alla sua frenesia. La osservo da qui, da un posto dove in qualche modo riscopro la bellezza del silenzio e riesco ad ammirare un panorama che mescola le antiche moschee con i moderni palazzi. Ennesimo contrasto di una città che si fonda sugli opposti.
Tutto intorno sono case, strade, traffico, persone… a perdita d’occhio, fin tanto che la foschia mi consente di vedere. 
Mi sento come se fossi su uno scoglio in mezzo al mare

Istanbul Landscape on Flickr.

Istanbul: una città che non conosce pausa alla sua frenesia. La osservo da qui, da un posto dove in qualche modo riscopro la bellezza del silenzio e riesco ad ammirare un panorama che mescola le antiche moschee con i moderni palazzi. Ennesimo contrasto di una città che si fonda sugli opposti.

Tutto intorno sono case, strade, traffico, persone… a perdita d’occhio, fin tanto che la foschia mi consente di vedere.

Mi sento come se fossi su uno scoglio in mezzo al mare

Comments
Catch me if you can … (and we will dance tango) on Flickr.#Tango festival in #Istanbul
In uno dei vari gruppi di Facebook dedicati alla fotografia (a proposito, questa è la mia pagina www.facebook.com/BernardoRicciArmani) è stato recentemente lanciata una provocazione, ed è stato chiesto ai partecipanti di postare quella che loro ritenevano una “foto sbagliata”. D’istinto ho deciso di postare questa foto qui, scattata durante un festival del tango ad Istanbul. Era la prima volta che provavo a fotografare un simile evento, e ammetto di essermi trovato piuttosto impreparato. Tuttavia, forse complice la bellezza e l’intensità di un ballo come appunto il tango, ricordo quella sera come una delle esperienze fotografiche più belle ed emozionanti. Questa che posto qui, sebbene sia una foto per molti motivi “sbagliata”, rimane una delle mie preferite proprio per come descrive il tango: c’è passione, dinamismo, complicità, confusione, comunicazione… sebbene in uno scatto mosso, sfocato, con grana alta e pure storto!
Ma la bellezza del linguaggio fotografico è anche questa: dire cose usando un linguaggio sbagliato… Noi esseri umani non ci riusciamo!

Catch me if you can … (and we will dance tango) on Flickr.

#Tango festival in #Istanbul

In uno dei vari gruppi di Facebook dedicati alla fotografia (a proposito, questa è la mia pagina www.facebook.com/BernardoRicciArmani) è stato recentemente lanciata una provocazione, ed è stato chiesto ai partecipanti di postare quella che loro ritenevano una “foto sbagliata”. D’istinto ho deciso di postare questa foto qui, scattata durante un festival del tango ad Istanbul. Era la prima volta che provavo a fotografare un simile evento, e ammetto di essermi trovato piuttosto impreparato. Tuttavia, forse complice la bellezza e l’intensità di un ballo come appunto il tango, ricordo quella sera come una delle esperienze fotografiche più belle ed emozionanti. Questa che posto qui, sebbene sia una foto per molti motivi “sbagliata”, rimane una delle mie preferite proprio per come descrive il tango: c’è passione, dinamismo, complicità, confusione, comunicazione… sebbene in uno scatto mosso, sfocato, con grana alta e pure storto!

Ma la bellezza del linguaggio fotografico è anche questa: dire cose usando un linguaggio sbagliato… Noi esseri umani non ci riusciamo!

Comments
Bosphorus’ Bank on Flickr.@Istanbul #Bosphorus #Photography
Chi passa da Istanbul e fa una passeggiata lungo il Bosforo - sponda Europea o Asiatica - li avrà sicuramente notati. Sono tanti palloncini colorati, legati a un filo a sua volta collegati a pali verticali. C’è anche la versione “marina”, ossia galleggianti in acqua. Per poche lire è possibile affittare una pistola ad aria compressa (o con un fucile) e sparare. Lo scopo ovviamente è farne scoppiare il maggior numero possibile… 
Ma la cosa che mi piace di tutto ciò è che dietro ai palloncini, di solito, c’è Istanbul con le sue cupole e i suoi minareti…

Bosphorus’ Bank on Flickr.

@Istanbul #Bosphorus #Photography

Chi passa da Istanbul e fa una passeggiata lungo il Bosforo - sponda Europea o Asiatica - li avrà sicuramente notati. Sono tanti palloncini colorati, legati a un filo a sua volta collegati a pali verticali. C’è anche la versione “marina”, ossia galleggianti in acqua. Per poche lire è possibile affittare una pistola ad aria compressa (o con un fucile) e sparare. Lo scopo ovviamente è farne scoppiare il maggior numero possibile…

Ma la cosa che mi piace di tutto ciò è che dietro ai palloncini, di solito, c’è Istanbul con le sue cupole e i suoi minareti…

Comments
Balloons over Cappadocia on Flickr.#Cappadocia #Turkey #Flickr
Ogni volta che commento una foto scattata durante un volo in mongolfiera in Cappadocia, la prima cosa che amo spiegare è il senso di silenzio che si prova con questo tipo di mezzo. Pensateci: con un aeroplano o un elicottero è impossibile avvertire il senso di galleggiamento che si ha in mongolfiera. Ed è in effetti un qualcosa di meraviglioso, da provare nella vita. Se poi all’emozione del volo si accompagna un panorama unico come quello della Cappadocia in una mattina presto d’estate, allora l’esperienza diventa davvero indimenticabile…

Balloons over Cappadocia on Flickr.

#Cappadocia #Turkey #Flickr

Ogni volta che commento una foto scattata durante un volo in mongolfiera in Cappadocia, la prima cosa che amo spiegare è il senso di silenzio che si prova con questo tipo di mezzo. Pensateci: con un aeroplano o un elicottero è impossibile avvertire il senso di galleggiamento che si ha in mongolfiera. Ed è in effetti un qualcosa di meraviglioso, da provare nella vita. Se poi all’emozione del volo si accompagna un panorama unico come quello della Cappadocia in una mattina presto d’estate, allora l’esperienza diventa davvero indimenticabile…

Comments
Books’ Power on Flickr.La cultura come forza distruttrice delle barriere. Questa la sintesi di una delle opere più interessanti viste all’ultima Biennale di Istanbul. Un intero muro di mattoni, solido e perfettamente costruito, ma con un “difetto” proprio al centro: un libro. E sebbene sommerso da strati e strati di mattoni, quel piccolo e fragile libro è in grado di creare una discontinuità, una frattura, un punto di debolezza. Questa è la cultura, che illumina le menti e abbatte i muri del pregiudizio, dell’ignoranza, del “sentito dire”.

Books’ Power on Flickr.

La cultura come forza distruttrice delle barriere. Questa la sintesi di una delle opere più interessanti viste all’ultima Biennale di Istanbul. Un intero muro di mattoni, solido e perfettamente costruito, ma con un “difetto” proprio al centro: un libro. E sebbene sommerso da strati e strati di mattoni, quel piccolo e fragile libro è in grado di creare una discontinuità, una frattura, un punto di debolezza. Questa è la cultura, che illumina le menti e abbatte i muri del pregiudizio, dell’ignoranza, del “sentito dire”.

Comments
Humanity on Flickr.#Monkey #Flickr
Non c’è bisogno di molte parole per commentare una scena del genere… La cosa che mi ha colpito è stata l’umanità di questa madre che allatta il proprio bambino, i suoi occhi noncuranti della mia macchina fotografica, la sua mano sinistra che protegge il proprio piccolo… Per questo, ogni volta che riguardo questa foto, penso che l’umanità non è solo una questione di “esseri umani”…

Humanity on Flickr.

#Monkey #Flickr

Non c’è bisogno di molte parole per commentare una scena del genere… La cosa che mi ha colpito è stata l’umanità di questa madre che allatta il proprio bambino, i suoi occhi noncuranti della mia macchina fotografica, la sua mano sinistra che protegge il proprio piccolo… Per questo, ogni volta che riguardo questa foto, penso che l’umanità non è solo una questione di “esseri umani”…

Comments